Olio di oliva, pozione meravigliosa

È noto che l’olio extravergine di oliva di alta qualità con l’aggiunta di succo di limone porta notevoli benefici all’organismo.

oil and lemon olio poldo

Fra i tanti usi che si possono fare dell’olio di oliva ce ne sono alcuni che contribuiscono a ridurre alcuni fastidi che disturbano il regolare funzionamento del nostro organismo. I più comuni sono: stitichezza, infiammazioni e dolori articolari, problemi circolatori e presenza eccessiva di grassi nel corpo.

Questi problemi sono molto diffusi e riguardano tantissime persone di ogni fascia d’età.

È chiaro che i più interessati da queste patologie sono gli adulti, i quali, a causa del lavoro e degli impegni spesso non hanno tempo da dedicare all’attività fisica e si riducono ad uno stile di vita troppo sedentario che di certo non giova alla salute.

Basterebbero tuttavia alcuni piccoli accorgimenti per migliorare giorno per giorno la salute del corpo.

Ad esempio, possiamo favorire il nostro benessere con rimedi naturali che non pretendono di sostituire le cure dei medici tradizionali.

L’impiego di prodotti di qualità come Olio Poldo aiuta sicuramente a prenderci cura di noi stessi.

I benefici di un olio di oliva pregiato sono noti a tutti, ma forse in pochi conoscono come aumentarne le potenzialità.

Per combattere la stitichezza, i dolori articolari e per tenere sotto controllo il livello di colesterolo nel sangue basta mescolare mezzo cucchiaio di olio di oliva con mezzo cucchiaio di succo di limone non trattato.

Assumendo questo elisir ogni mattina (o almeno per tre volte la settimana) a digiuno mezz’ora prima di colazione si purifica l’organismo grazie alle proprietà disintossicanti contenute sia nell’olio di oliva che nel succo di limone.

Di conseguenza pulendo gli organi interni migliorano anche la digestione e la regolarità intestinale.

Inoltre, l’olio di oliva è un grasso sano e regola non solo i livelli di colesterolo nel sangue, ma allevia anche le infiammazioni croniche che altrimenti potrebbero durare per molto tempo e causare danni gravi all’organismo.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.